23/11/2017

Germania-Turchia, sfida al alta tensione

giugno 25, 2008 di  
Inserito in Euro 2008

Pericolo ordine pubblico– 1000 agenti di polizia mobilitati a Berlino per prevenire qualsiasi problema d’ordine pubblico. Questa news dell’ultima ora  inquadra bene il clima di tensione che caratterizza la sfida di stasera tra Germania e Turchia. La comunità turca, infatti, è la più numerosa minoranza etnica presente sul territorio teutonico (ben 1,9 milioni di persone). I rapporti tra turchi e tedeschi, per altro, sono soventi tesi, in quanto la comunità di Istanbul è percepita come la meno integrata ed è oggetto di sentimenti xenofobi da parte di deprecabili frange estremiste. Logico, allora, alzare il livello d’attenzione in vista di questa semifinale. Soprattutto alla luce di quanto successo dopo la rocambolesca vittoria della formazione di Terim contro la Croazia: una festa rovinata da una tragica morte.

Turchia incerottata– Tornando alle questioni meramente calcistiche, la Germania è la favorita d’obbligo. Per storia, blasone, qualità tecniche. Ma i tedeschi, giustamente, non si sentono già in finale. Le sorprese sono state tante in questo Europeo, i turchi stessi hanno già compiuto un paio di miracoli. Ma stasera ne servirà uno doppio. Terim, infatti, ha a disposizione solo 14 giocatori. 8 gli uomini out tra infortuni e squalifiche, tra cui i fondamentali Tuncay e Nihat. L’Imperatore ha addirittura provato in allenamento il terzo portiere in attacco. La nazionale della mezzaluna si esalta nelle difficoltà, ma stavolta la situazione è disperata. Loew, invece, ha il solo Frings acciaccato, potrebbe essere risparmiato in vista dell’eventuale finale. Pronto Rolfes al suo posto, il modulo sarà comunque 4-2-3-1. La Germania vuol dar l’assalto al 4°titolo, la Turchia centrare la prima finalissima della sua storia. Fischio d’inizio alle 20.45 a Basilea.