20/11/2017

Brasileirao: vincono tutte le prime

Nessuna sorpresa nella 7° giornata del campionato brasiliano. Le prime della classe vincono tutte, alcune persino agevolmente. Flamengo, Gremio e Cruzeiro, quindi, proseguono la loro corsa in vetta a braccetto. Continua anche la crisi nera di Fluminense e Santos, incappate nell’ennesima pesantissima sconfitta. La loro crisi sembra non conoscere la parola fine.

Ipatinga-Flamengo 1-3: Il Flamengo diventa letale anche in trasferta. E’ questa la buona notizia per il tecnico dei Rubronegros Caio Junior. La sua squadra, infatti, mette a segno il primo blitz esterno stagionale a discapito dell’Ipatinga. Il match è stato deciso dal terzino Leo Moura, che ha avviato le azioni dei primi due gol. Juan e il solito Ibson, mediano col vizio del gol (è già a quota 4) hanno castigato un Fred non impeccabile. Il team di casa ha reagito con Tiago Vieira, ma il volante Kleberson ha chiuso la contesa nel recupero con una gran botta da fuori.

Cruzeiro-Figueirense 3-0: Bel successo anche per il Cruzeiro. I celestes hanno atteso come al solito il momento giusto per colpire. Dopo una prima parte di partita equilibrata, con occasioni da rete da entrambe le parti, la Raposa ha sfruttato il primo errore difensivo del Figueirense. Un passaggio sciaguratamente errato favorisce l’inserimento di Guilherme che viene toccato in piena area da Anderson Luiz. Il contatto, seppur veniale, c’è. Lo stesso attaccante trasforma, salendo in vetta alla classifica cannonieri con 5 reti. E’ l’episodio che i celestes attendevano. Gli ospiti, infatti, sono costretti a scoprirsi, lasciando ampi spazi al letale contropiede locale. Arriva così puntuale il raddoppio di Weldon con un pregevole colpo di testa su cross di Wagner. E’ lo stesso attaccante a calar il sipario sulla formazione di Macuglia con una conclusione volante. Siamo al 22′ del secondo tempo, ma l’incontro è già virtualmente chiuso. Il Cruzeiro si presenta quindi al meglio per il match clou di domenica prossima con il San Paolo.

Gremio-Atletico PR 3-0: Vittoria di rigore per il Gremio. E dire di rigore è un eufemismo, visto che il Tricolor gaucho ha usufruito di tre tiri dal dischetto. Tutti ineccepibili, per altro. Roger è stato implacabile nelle trasformazioni, siglando quindi l’unica tripletta di giornata. Ma l’episodo decisivo è un altro. Sotto di un gol, l’Atletico PR è rimasto in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Fahel. E’ stata questa la vera svolta, perchè la pressione ospite era in crescita, e solo Victor aveva salvato dal pari i locali. Il portiere dell’Atletico Galatto, l’ex di turno, ha tenuto a galla i suoi almeno fino ad inizio ripresa, ma nulla ha potuto sui calci di rigore.

Santos-Goias 0-4: Tracollo. Disfatta. Debacle. Chiamatela come volete, tanto lo 0-4 incassato da una compagine ancora a secco di vittorie (il Goias), per di più sul terreno casalingo, parla da solo. Il nervosismo del Peixe è palpabile, e gioca brutti scherzi. Il piccolo Goias, infatti, impiega appena 6 minuti per passare in vantaggio con Alex Terra e altri 23 per raddoppiare con Iarley. La strada si fa tutta in salita per la formazione di Cuca tra lo stupore del Vila Belmiro. La reazione c’è, sia da parte dei giocatori che del tecnico, che le prova tutte rendendo più offensivo l’assetto. Ma la partita non si riapre, anzi: Fabio Costa stende Ramalho, Iarley serve il tris. La contestazione della torcida locale diventa inevitabile, il poker al 90′ di Romerito su un altro rigore l’infiamma ancora di più. Il Santos scivola addirittura al penultimo posto, Cuca rischia il posto. L’Alviverde, invece, conquista il primo successo stagionale.

Coritiba-Fluminense 2-1: Incredibile dictu, c’è chi sta ancora peggio. Stiamo parlando del Fluminense, la finalista di Libertadores. Il team carioca incassa l’ennesima sconfitta e rimane desolatamente all’ultimo posto. Ma il quinto ko stagionale ha una coda polemica. Il Coritiba, infatti, la spunta grazie ad un rigore molto dubbio concesso a 5 minuti dal fischio finale. Al di là del singolo episodio, la partita è stata di una noia mortale, con un tasso tecnico molto basso e occasioni da gol col contagocce. Nel primo tempo è la formazione di Dorival Junior a sfruttare al meglio l’unica chanche (rete di Hugo), mentre il Flu sciupa malamente la sua. Gli innesti di Renato Gaucho rivitalizzano il Tricolor nella seconda parte di gara, la conseguenza è il giusto pari di Allan. L’1-1 è sacrosanto, prima che la decisione del fischietto Alicio Pena deprimi ancora di più il Flu.

Altro: Come sovracitato, sorridono tutte le prime. Vincono infatti anche il San Paolo– di misura sullo Sport– e il Vitoria sull’Internacional. Belle affermazioni anche per Nautico che rimane al quarto posto a -2 dal trio di testa, e Palmeiras, collocato appena un gradino sotto (2-0 all’insegna del cinismo sul Vasco, alla prima sconfitta interna).