24/09/2017

Addio serie C, nasce la Lega Pro

giugno 20, 2008 di  
Inserito in Calcio news, Lega Pro

Non chiamatela più serie C. Dal 1°luglio la terza serie avrà una denominazione nuova di zecca. Lega Italiana Calcio Professionistico, abbreviata in Lega Pro. Come la vecchia serie C, sarà divisa in due campionati da 2 e 3 gironi, chiamati rispettivamente Prima e Seconda Divisione. Questa in sintesi la decisione deliberata all’unanimità da tutte le società di categoria nella giornata di ieri.

Ma dov’è la novità? Era necessario cambiare denominazione ad un campionato che l’aveva già cambiata nel 1986? La risposta nelle parole del presidente di Lega Mario Macalli: “Il nome che scompare non aveva gradimento di mercato da parte degli sponsor. L’etichetta di serie C viene considerata come diminuzione, con il nuovo marchio acquistiamo dignità e fascino“. Al di là delle mere questioni d’immagine e marketing (arriveranno 3 nuovi sponsor e 5 fornitori), la svolta epocale sta in altro. Le rose verranno ridotte a 18 giocatori per la Prima Divisione e 15 per la Seconda con un numero illimitato di under 21. Per il 2008-’09, rivoluzione ancora più marcata: rose di 22 giocatori con 14 fuori età per la Prima e soltanto 11 per la Seconda. Spazio ai giovani e ai vivai, dunque. Finalmente.

L’utilizzo dei giovani verrà incentivato anche economicamente. Per un minimo di 30 minuti in campo, 80% di contributo se il giocatore impiegato è dell’87’, 100% se è dell’88’, 120% se dell’89’ e 140% dal 90′ in su. Ma non finisce qui. Il suddetto contributo aumenterà di un ulteriore 20% se il ragazzo proviene dal settore giovanile del club d’appartenenza. Questo criterio sarà valido per tutto il campionato fatta esclusione per le ultime tre giornate.