18/11/2017

“Buonanotte” Estudiantes, River campione!

Il River Plate festeggia con una giornata d’anticipo il trionfo nel campionato di clausura argentino. La formazione di Simeone, infatti, fa “il suo dovere” sconfiggendo l’Olimpo di Bahia Blanca 2-1, mentre i rivali dell’Estudiantes vengono bloccati sullo 0-0 dal Colon. I Millonarios allungano così a +4, conquistando il 33°titolo della loro storia.

Diego Buonanotte è stato l’eroe della stagione biancorossa. Il “Nano”, così soprannominato per l’altezza (163 cm) che non fa di lui un ariete, ha messo il sigillo sul titolo con la doppietta al Colon. Il bomber tascabile dei Millonarios ha raggiunto così quota 9 gol, diventando capocannoniere della squadra e convincendo del suo valore pure gli scettici. L’altro grande artefice del successo è il tecnico Diego Pablo Simeone. L’ex interista conquista il secondo titolo personale in un anno e mezzo dopo il trionfo nell’apertura del 2006 con l’Estudiantes. Simeone ha trasmesso la sua grinta e tenacia ad un gruppo dal valore tecnico indiscutibile ma dagli equilibri di spogliatoio e dalla tenuta nervosa fragile. La stagione del club di Buenos Aires, infatti, era iniziata malissimo: deludente quarto posto nell’Apertura vinto a sorpresa dal Lanus. E dopo le cose non è che siano andate meglio: eliminazione in semifinale dalla Copa Sudamericana prima del doppio choc della sconfitta nel Superclasico con il Boca e l’uscita dalla Libertadores. Nel frattempo, l’Estudiantes di Sensini comandava il Clausura. Ma nel momento di maggiore difficoltà, è venuto fuori il carattere di Simeone. El Cholo ha appianato i problemi di spogliatoio (su tutti i malumori di Ortega) e ha fatto da collante per il gruppo. Il River non ha perso più un colpo trascinato dalle invenzioni del Burrito, determinante in diverse occasioni, e dai gol del Nano Buonanotte. La formazione di Sensini ha sentito il fiato sul collo ed è crollata, subendo aggancio e sorpasso nelle ultime giornate. E così gli esigenti tifosi del Monumental possono dar inizio alla festa dopo 4 anni di forzato digiuno.

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->