24/09/2017

Mutu-Fiorentina: fine di un idillio

giugno 7, 2008 di  
Inserito in Calciomercato news, Fiorentina

Il felice matrimonio tra Mutu e la Fiorentina potrebbe concludersi con un burrascoso divorzio. Le voci delle ultime ore, infatti, vedono il giocatore romeno sempre più lontano da Firenze. Dopo la condanna della Fifa al risarcimento di 12 milioni al Chelsea (vedi “Condanna Uefa a Mutu“), un altro fulmine a ciel sereno turba la vigilia europea dell’attaccante.

Il giocatore, però, può soltanto recitare il mea culpa. Mutu, nonostante le dichiarazioni di facciata (“Firenze, fammi restare“), avrebbe chiesto un sostanzioso adeguamento di contratto. La società viola non ha gradito. Il procuratore dell’attaccante, Moggi jr., ha presentato alla dirigenza toscana un’esosa richiesta, ovvero una cifra compresa tra i 3,6 e i 4 milioni stagionali. In soldoni, un milione in più del contratto appena firmato dal neoarrivato Gilardino. Il romeno, quindi, non si accontenterebbe di aver l’ingaggio più alto insieme al biellese. Vuole di più. Ma perchè? L’arcano è presto spiegato. Dall’estero sono arrivate offerte allettantissime: su tutte quella dello Schalke, un quinquennale da 20 milioni complessivi. Guarda caso la cifra chiesta da Mutu ai viola. I tedeschi avrebbe messo sul piatto 10 milioni più Larsen per strappare il romeno a Prandelli. Inadeguate, invece, le proposte di Villarreal e Valencia. Alla finestra ci sono anche due grandi club: Bayern e Milan (vedi “Maldini: un altro anno con il Milan“). Nel frattempo Corvino si tutela, bussando alle porte del PSV per il giovane talento Afellay (valutazione 15 milioni), del Villarreal per Giuseppe Rossi e dell’Udinese per Di Natale.