18/12/2017

Condanna Uefa a Mutu: 12 milioni di risarcimento al Chelsea

giugno 6, 2008 di  
Inserito in Calcio news, Fiorentina

12 milioni di euro. E’ questa la cifra che Adrian Mutu dovrà pagare al Chelsea per il “danno” arrecato dalla sua sospensione nel 2004. La Dispute Resolution Chamber della Fifa ha reso nota la decisione nella giornata di ieri.

Il giocatore viola risultò positivo alla cocaina in un test antidoping a sorpresa del settembre 2004. Mutu venne squalificato per sette mesi, e il suo club d’appartenenza, ovvero il Chelsea, lo licenziò. Da quel momento è iniziata una battaglia legale che minaccia di proseguire, visto che Rodella, l’avvocato del romeno, ricorrerà ancora una volta al Tas di Losanna. Non si può dargli: la sua linea legale ha ottenuto sinora grandi successi. La richiesta iniziale dei Blues, infatti, si aggirava intorno ai 33 milioni di euro: il club riteneva di aver subito un danno d’immagine ed uno “concreto” derivante dal mancato utilizzo del giocatore. Il Tas diede ragione al club, ma rinviò alla Fifa la decisione sulla somma dell’indennizzo. La Fifa stessa autorizzò il Chelsea a chiedere l’indennizzo. La richiesta, però, venne riformulata. La tesi difensiva di Rodella, infatti, sosteneva che il danno andava quantificato in base al periodo di squalifica inflitto (e non all’intera stagione), visto che il licenziamento era stata una decisione autonoma della società londinese. La richiesta scese così a 12 milioni. La querelle è proseguita, arrivando fino alla condanna del Drc di ieri. Ma non è detta l’ultima parola.