16/08/2017

Campionato Primavera: Inter-Udinese e Fiorentina-Sampdoria le semifinali

giugno 4, 2008 di  
Inserito in Calcio giovanile

Nessuna sorpresa nei quarti di finale del campionato Primavera. Le favorite di turno ottengono il pass per le semifinali in programma già da stasera a Vasto.

Inter-Ascoli 4-0: I campioni in carica dell’Inter iniziano meglio dello scorso anno la fase finale. I ragazzi di Esposito rifilano un poker al malcapitato Ascoli, anche se la partita non è stata a senso unico. La gara, infatti, è stata in equilibrio per quasi tutto il primo tempo. Il gol di Federici al 37′, un perfetto stacco di testa su corner, ha spianato la strada del successo ai nerazzurri. Nella ripresa è salito in cattedra Balotelli: l’italo ghanese ha prima segnato di testa, poi ha propiziato il 3-0 di Siligardi con una bellissima palla in verticale. Lo stesso fantasista, entrato nella seconda frazione di gioco, ha impreziosito la sua prova con un assolo strepitoso che gli è valso la personale doppietta. Con un attacco così, Esposito può dormire sonni tranquilli. Semmai, sono le dichiarazioni di Turbomario a preoccupare la dirigenza: “non so se rimarrò al 100%” le parole poco rassicuranti pronunciate dall’attaccante 17enne.

Udinese-Genoa 6-4 d.c.r.: La sfidante dei nerazzurri sarà l’Udinese. I friulani hanno dato vita ad una gara spettacolare con il Genoa. I rossoblù, avanti 2-0 al 9′ e 3-1 al 38′, si sono fatti raggiungere sul pari. Grande protagonista Laurito, autore di una tripletta. Ai rigori ha prevalso l’Udinese, completando la rimonta iniziata nei tempi regolamentari.

Fiorentina-Juventus 2-1: Equilibrio anche tra viola e bianconeri. Nel primo tempo è la formazione di Chiarenza a menare le danze. I trequartisti Essabr e Pasquato mettono in difficoltà la retroguardia fiorentina, ma la Juve non concretizza la mole di gioco prodotta. I viola, invece, sono il manifesto del cinismo. Lepiller trasforma un rigore al 43′, i bianconeri vanno in bambola e i ragazzi di Bollini capiscono che è il momento di affondare i colpi. Detto fatto: Di Carmine, dopo essersi procurato il penalty, firma il raddoppio. Partita chiusa, perchè i viola sono fisicamente superiori e in contropiede sanno come far male. A nulla serve, quindi, il 2-1 nel finale di Daud: per il secondo anno consecutivo, la Juve si arrende ai quarti.

Sampdoria-Chievo 3-0: La Samp, dopo la vittoria in coppa (vedi “Coppa Italia Primavera alla Sampdoria“), si candida prepotentemente per la conquista dello scudetto. I blucerchiati giocano un bel calcio fatto di possesso palla, scambi rapidi e tanti piedi buoni in mezzo al campo. Pea, inoltre, dispone di un bomber con i fiocchi, Marilungo. Il giovane attaccante ha steso il Chievo con una doppietta, mentre il tris è stato messo a segno dal regista dell’under 19 Poli. Il Chievo? Buona squadra, il 3-0 lo castiga eccessivamente. All’undici della coppia Lazzarin-Nicolato è mancato qualcosa dalla cintola in su, ma i gialloblù non hanno comunque sfigurato.