17/12/2017

Italia, che fatica! Ma è finale

maggio 28, 2008 di  
Inserito in Calcio giovanile, Olimpiadi Pechino

Al decimo tentativo ce l’abbiamo fatta. Gli azzurrini abbattono il tabù del torneo di Tolone e centrano per la prima volta la finalissima. La vittoria contro il Giappone è tanto meritata quanto sudata: per piegare la formazione del Sol Levante sono occorsi i calci di rigore. I ragazzi di Casiraghi sono stati implacabili (ultimo sigillo di Giovinco), mentre Mizuno si è fatto ipnotizzare da Bassi.

L’avvio è a forti tinte azzurre. Il centrocampo è saldamente in mano al trio Cigarini-Nocerino-Marchisio, i terzini spingono meno del solito ma il tridente offensivo fa faville. Peccato però che Lanzafame e Osvaldo usino troppo il fioretto al posto della sciabola. Giovinco è più concreto, ma pecca di precisione in fase di conclusione. Nel primo quarto d’ora i nipponici sono in balia della tempesta azzurra, ma ne escono indenni. Inevitabilmente i ragazzi di Casiraghi calano alla distanza. Il c.t. inserisce i chili di Pellè e la velocità di Abate per sbloccare il match. La mossa è azzeccata, perchè l’esterno scuola Milan sfiora il gol e regala una palla d’oro al neoentrato Candreva. Il Giappone, invece, è tutto in una chanche ghiottissima che il catanese Morimoto sciupa malamente. Ma l’errore più clamoroso è ancora nostro: al 93′ Giovinco, invece di calciare in porta da distanza ravvicinata, cerca l’assist per Pellè che viene anticipato. Poco male, visto che la lotteria dei rigori premia l’undici di Casiraghi.

In finale sarà Italia-Cile. I sudamericani hanno sconfitto 2-1 la Costa d’Avorio. Attenzione al fantasista Morales, già nel giro della nazionale maggiore, e ai cursori Meneses e Orellana. Ma soprattutto servirà un pò di sano cinismo all’italiana.