23/09/2017

SPECIALE MOSCA- Cristiano Ronaldo-Drogba: due assi per una partita

maggio 21, 2008 di  
Inserito in Champions League

Il Blue Drogba contro il Red Devil Cristiano Ronaldo. Una sfida nella sfida, una lotta tra due gioie del calcio nalla serata europea più importante dell’anno. Due volti antitetici del gioco più bello del mondo, seppur con un talento innato come comune denominatore. La potenza africana contro la fantasia portoghese. Ci si aspetta tanto da loro, e non a caso.

Drogba– Classe 1978, ivoriano cresciuto in Francia, l’asso del Chelsea è quello che tecnicamente viene denominato un “ariete”. Le sue sono giocate di forza, di potenza e di prepotenza. Sempre al posto giusto nel momento giusto, è forte con i piedi, fortissimo sui colpi di testa, difficile anche da marcare. Sbarcato in Inghilterra nel 2004, voluto fortemente da Mourinho, Drogba ha conquistato la tifoseria londinese vincendo 2 campionati inglesi, 1 Coppa d’Inghilterra e 2 Coppe di Lega inglese. Con molta probabilità stasera giocherà l’ultima partita con la maglia dei Blues: da tempo ormai ha espresso la volontà di partire e finire la carriera in un altro club, Milan su tutti.

Cristiano Ronaldo– Signori, il prossimo Pallone d’Oro. Pochi giocatori sono come lui, pochi dividono gli addetti ai lavori come sa fare il portoghese. Perchè Ronaldo è tutta classe, un mix di velocità, tecnica e fantasia, una vera goduria per gli occhi. Ma non ha ancora i modi giusti che fa di un talento un vero campione. Spocchioso e troppo sicuro di sè, a volte anche poco sportivo. Ma poi lo si vede correre su quella fascia e ci si dimentica del resto. Ha appena sgretolato un record che era in piedi da 40 anni: 41 gol tra coppe e lega. Supera così un mito del calcio inglese, George Best. E ha solo 23 anni. Insomma, un predestinato che non ha nessuna intenzione di fermarsi. A cominciare da questa sera.

Che il duello cominci.