21/08/2017

Euro Under 17: ancora Spagna-Francia

maggio 14, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero, Calcio giovanile

Lo avevamo detto: Francia e Spagna sono le due nazionali più vincenti degli ultimi anni a livello giovanile. Due scuole, due modi di “costruire” giocatori all’avanguardia, che forse i tecnici e le istituzioni del calcio italiano dovrebbero studiare in modo più approfondito, invece di continuare a seguire idee bizzarre e poco redditizie (come l’inclusione delle squadre di Serie D nei Campionati Nazionali Allievi e Giovanissimi, che di fatto ha annacquato il livello tecnico della competizione). Ma tant’è, siamo qui, di nuovo, a presentare una finale, quella degli Europei Under 17 in fase di svolgimento ad Antalya, in Turchia, tra la Francia e la Spagna, prevista per venerdì 16 maggio.

E dire che le due superpotenze se la sono sudata la qualificazione all’atto conclusivo: Turchia e Olanda non volevano certamente recitare il ruolo delle comparse. Nella prima semifinale i padroni di casa della Turchia si sono portati in vantaggio al 31′ del primo tempo: il francese Kolodziecziak devia un cross di Eren Albayrak sulla traversa della sua stessa porta, ma il pallone finisce a Abdülkadir che da fuori area non lascia scampo al portiere francese Mezui. Soltanto nella ripresa i galletti raggiungono il pareggio, al 69′, con Kolodziecziak su assist del bomber Tafer (uno di cui sentiremo parlare in futuro). 1-1 dopo i 90 minuti regolamentari, a niente valgono i supplementari: si va così ai rigori, e la Francia si impone 4-3 con Abdülkadir e Tafer che si fanno parare i rispettivi tiri. Ma l’errore decisivo è del turco Batuhan che conclude proprio addosso al portiere francese mentre Lacazette è freddo nel trasformare il rigore decisivo. Turchia eliminata a testa alta e comunque protagonista di un ottimo Europeo.

L’altra semifinale vedeva di fronte Spagna e Olanda e anche in questo caso non sono bastati i tempi regolamentari per decretare una vincitrice. E anche in questo caso la squadra che ha sbloccato il risultato è risultata alla fine perdente: l’Olanda, che aveva cominciato malissimo il suo cammino nel torneo (batosta 3-0 con i turchi), domina in mezzo al campo e trova il giusto vantaggio al 36′ del primo tempo con Rodney Sneijder, il fratellino di Wesley (il quale si è opposto nelle ultime settimane al suo trasferimento al Real, dicendo che era meglio per la sua crescita rimanere nell’Ajax), con un bel colpo di testa su cross di Jerson Cabral. Gli olandesi sprecano anche la possibilità di chiudere il match prima dell’intervallo con Castillion, il capocannoniere oranje nella manifestazione. Nella ripresa la Spagna parte a testa bassa e trova il pareggio al 46′ con Pulido sugli sviluppi di un corner: è il gol che riapre la partita e carica gli spagnoli, sin qui un pò in ombra, ma il risultato non cambia più e si va ai supplementari. Qui si decide la partita: al 2′ minuto del 2° tempo supplementare Angel Martinez insacca in mezza girata dal limite dell’area. La reazione degli oranje non porta a nulla: la Spagna è la seconda finalista.

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->