21/08/2017

La Roma passa in finale: 1-1 a Catania

maggio 8, 2008 di  
Inserito in Coppa Italia, Roma

Nessun colpo di scena nel secondo ritorno di Coppa Italia: sarà ancora una volta Roma contro Inter, giallorossi contro nerazzurri per il quarto anno di seguito. La Roma amministra bene la gara col Catania, e con uno striminzito 1-1 conquista l’ennesimo accesso alla finale della coppa nazionale.

Impostazioni tattiche- Zenga decide di non proporre la rosa al completo, sacrificando questa competizione per il vero obiettivo dei siciliani, ovvero la permanenza in serie A, che domenica passa dalla Juventus. In difesa lascia Stovini fuori e gioca con una punta, fiducia a Pià supportato da Colucci e Mascara. Spalletti mette Aquilani come centrale offensivo dietro Vucinic, lascia le fasce a Perrotta e Giuly e deve reinventarsi la difesa per via di infortuni e squalifiche: dentro Cassetti e Panucci.

La cronaca-Una partita tranquilla, si comincia così dal primo minuto. La Roma gestisce il gioco senza troppi problemi, forte anche del risultato dell’andata (1-0). Spinge sulle fasce, Cicinho è molto motivato, Perrotta parte dal lato per accentrarsi e puntare l’area. I rossoazzurri ripartono in contropiede ma le azioni offensive rimangono sterili. Succede tutto negli ultimi 20′ del primo tempo, quando al rigore trasformato da Aquilani, per un fallo al limite dell’aria di Izco su Vucinic, risponde un bel colpo di testa di Silvestri sullo sviluppo di una punizione dalla destra. Il Catania si sveglia e si rende pericoloso con veloci ripartenze.

Ripresa- Nel secondo tempo non c’è partita: i padroni di casa rinunciano al pressing, i giallorossi gestiscono il possesso palla senza problemi e sfiorano il gol del vantaggio diverse volte: splendida l’azione che vede protagonisti un delizioso velo di Perrotta per Vucinic, che di prima regala un altrettanto delizioso pallonetto al numero 20 romanista anticipato di poco dall’uscita di Bizzarri. Dopo 8′ è ancora Perrotta ad andare vicinissimo al 2-1 cogliendo la traversa con un colpo di testa.

Finisce senza altre emozioni, e il 24 maggio all’Olimpico sarà Roma-Inter, partita che potrebbe rappresentare una rivincita tra le due squadre ancora in lotta anche in campionato.