20/11/2017

Messi-Cristiano Ronaldo, sfida tra nuovi fenomeni.

aprile 23, 2008 di  
Inserito in Champions League

La Pulce contro la Ardilla. L’argentino contro il lusitano. Barcellona-Manchester United, semifinale di Champions League, è soprattutto la loro sfida. Una sfida nella sfida, insomma. Nei piedi e nelle idee dei due giovani campioni sono riposte infatti le speranze dei due club. Messi è reduce da un’infortunio che l’ha tenuto fuori nella seconda fase di Champions, ma ha segnato 6 gol ed è prontissimo per questo match. Il Barça deve assolutamente gettarsi alle spalle il rendimento da film horror nella Liga (1 sola vittoria nelle ultime 8 partite e conseguente “retrocessione” al terzo posto) ed affidarsi alle invenzioni dell’argentino e del  talentino classe 90′ Bojan Krkic, spesso decisivo in quest’ultimo stralcio di stagione. I blaugrana sono nella morsa delle inglesi come il Milan l’anno scorso: per ripetere l’impresa dei rossoneri, la Rijkaard band dovrà invertire il pronostico a partire da stasera. Anche perchè il Manchester e il Cristiano Ronaldo versione 2008 sono molto più temibili e implacabili. Il fuoriclasse di Funchal sta incantando con una stagione da applausi. Capocannoniere di Premier (28 reti) e Champions (7 sigilli), il portoghese ha già toccato quota 40 gol. Attorno a lui Ferguson ha costruito una grande squadra, rinforzata dalla gioventù e classe di Nani e Anderson, dalla concretezza di Hargreaves e dai guizzi di Apache Tevez. I Red Devils primeggiano in patria, sono imbattuti in Europa ed hanno un piacevole precedente al Camp Nou: la rocambolesca vittoria in finale con il Bayern datata 1999. Tanti e buoni motivi per puntare a Mosca e ad un strabiliante “double”.