17/12/2017

Bayern, pokerissimo e +10.

aprile 14, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Settimana di gloria e regali per il Bayern. Dopo i pasticci di Abbondanzieri nel finale folle di Gefafe (vedi “Toni zittisce il Coliseum all’ultimo respiro“), arrivano infatti i capitomboli delle inseguitrici in Bundesliga. Lo Schalke, dopo l’eliminazione europea (vedi “Tourè scaccia i fantasmi: Barça in semifinale“) è stato sepolto dalla nuova seconda forza Werder. L’1-5 di Brema, dove si è rivisto il lungo degente Klasnic (rientro con doppietta), è costato anche la panchina a Slomka. Il tecnico lascia il posto all’accoppiata Bueskens e Mulder, due eroi del trionfo Uefa del 97′. Come se non bastasse, hanno perso pure il lanciatissimo Stoccarda (ko col Leverkusen) e un Amburgo in caduta libera: l’ultima debacle è maturata tra le mura casalinghe contro l’ultima della classe, il Duisburg.

I bavaresi, invece, hanno svolto il loro compito con incredibile facilità, nonostante l’ampio turnover applicato da Hitzfield (out Van Bommel, Kahn, Lucio, Ribery, Klose). Dopo otto minuti il tabellone recitava già 2-0 (Podolski e Zè Roberto), poi ci ha pensato Toni a rimpolpare il bottino con una doppietta. Per lui sono 18 centri in campionato (dove è cannoniere principe) e ben 31 stagionali. Ottl ha chiuso i conti con il 5-0, del Borussia non v’è stata traccia. Il Bayern può preparare quindi dall’alto del +10 la finale di coppa nazionale con i gialloneri, appena demoliti in campionato, e le semifinali di Uefa: la tripletta è fattibilissima.