25/09/2017

Mutu show, Fiorentina autoritaria: è semifinale!

aprile 11, 2008 di  
Inserito in Europa League, Fiorentina

Per fortuna che c’è la Fiorentina. I viola tengono alta la nostra bandiera, essendo l’unica squadra nostrana ad approdare alle semifinali di una competizione europea. Dopo il disastro collettivo di Champions, la Fiorentina compie un piccolo capolavoro calcistico nella tana del PSV Eindhoven, ottenendo un successo impressionante per qualità e personalità. Semplicemente strepitoso Adrian Mutu, autore di una doppietta di bellezza unica, ma nessuno ha steccato nell’orchestra viola superbamente diretta da Prandelli.

Che il tecnico romano facesse muovere bene la sua creatura già si sapeva, ma che riuscisse a infonderle così tanta personalità e un pizzico di spregiudicatezza non lo era altrettanto. Prandelli, infatti, schiera Jorgensen, un’ala classica, come terzino, e il solito tridente Santana-Mutu-Pazzini. Il chiaro intento è fare la partita, pressare gli olandesi. Il PSV, forte del piccolo vantaggio dell’1-1 del Franchi (vedi “Mutu-Koevermans, botta e risposta“) ma privo di due uomini fondamentali come Afellay e Farfan, si tiene sulla difensiva. Il primo tempo vede così una sola squadra in campo, la Fiorentina. L’undici di Prandelli sfiora il gol in tre occasioni: un colpo di testa in tuffo di Gamberini (11′), un destro fiacco da centro area di Pazzini (20′) e una conclusione velenosa di Santana deviata all’ultimo da Rajkovic (25′). Il gol è nell’aria. Pazzini conquista l’ennesima punizione con il suo preziosissimo lavoro sporco: Liverani tocca per Mutu che, da 30 metri, incenerisce Gomes con un destro da favola. Il tiro è fortissimo, preciso, e s’insacca nel sette: un gol da cineteca, insomma. Vergoossen, nella ripresa, prova a cambiare qualcosa inserendo l’attaccante Lazovic. Il PSV ci prova, ma i viola non arretrano. Anzi. Jorgensen (ottima la prova del danese in un ruolo che non gli appartiene) cattura un pallone e suggerisce per Pazzini. La difesa olandese è sbilanciata, Giampaolo potrebbe spezzare l’incantesimo europeo con il suo primo gol, ma sparacchia addosso Gomes in uscita. Il pallone, però, arriva sui piedi di Mutu che, con un tocco elegante, firma la doppietta personale. 6° centro in  coppa Uefa per romeno, sempre più leader della squadra. I biancorossi di Eindhoven sono in bambola, al Philips Stadium si odono soltanto i tifosi venuti da Firenze. Montolivo ha due chanche per centrare il tris. Al 55′ Gomes sventa con un miracoloso colpo di reni un suo destro a girare, mentre il pallonetto liftato viene salvato sempre dal portiere verdeoro in precipitoso recupero dopo un’uscita dissennata. Il centrocampista ha un debito con la fortuna, ma questa ottima prova lo conferma come splendida realtà del nostro calcio. Gli olandesi tentano qualche sortita offensiva, Lazovic potrebbe accorciare le distanze ma spara alto da buona posizione. La serata nera degli uomini di Vergoossen trova conferma all’80’. Medina Cantalejo assegna un rigore generoso per un trattenuta veniale di Ujfalusi su Koevermans. Simons, però, si fa ipnotizzare da Frey. Finisce, quindi, 2-0, e i viola possono festeggiare la 50°vittoria nelle competizioni internazionali. In semifinale sarà sfida contro gli scozzesi dei Glasgow Rangers, l’ultimo ostacolo sulla via di Manchester.

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->