18/08/2017

Provaci, Roma!

aprile 9, 2008 di  
Inserito in Champions League, Roma

Mission impossible. Potrebbe essere questo il titolo della serata che aspetta la Roma. I giallorossi, infatti, volano all’Old Trafford con l’obbligo morale di provare a ribaltare il pesantissimo 0-2 dell’andata (vedi “Ronaldo e Rooney sbancano l’Olimpico“). Sono tanti i motivi per cui l’impresa è utopica. Il Manchester non ha mai perso in casa, durante questa stagione, con tre gol di scarto. E’ imbattuto in questa edizione di Champions. E’ in testa alla Premier, ha sempre mostrato un ottimo calcio e, all’occorrenza (come all’Olimpico), cinismo. Dispone di alcuni dei giocatori più forti al mondo, come il probabile Pallone d’Oro 2008 Cristiano Ronaldo, ed elementi d’esperienza quali Giggs e Scholes. La Roma, invece, ha subito sempre almeno una rete negli ultimi 10 impegni. E’ priva del suo bomber e capitano Totti. E negli occhi di tutti c’è ancora quell’umiliante 1-7 di un anno fa. Un quadro a dir poco scoraggiante. Nonostante tutto questo, diciamo: provaci, Roma. Vucinic, nel match dell’Olimpico, è apparso il più pimpante; ergo, può mettere in difficoltà la retroguardia inglese. Difesa che, per altro, farà a meno dei titolari Vidic e Rio Ferdinand: un potenziale vantaggio. La Roma, invece, recupera due pedine fondamentali, ovvero Juan e Perrotta. I giallorossi vorranno poi “vendicare” l’umiliazione dell’anno scorso, e giocheranno con ulteriore rabbia in corpo. Tuttavia, sarà necessario non gettarsi a capo fitto in avanti, ragionare e pazientare, attendere il varco giusto per riaprire i giochi. Sfruttando, magari, la presunzione e rilassatezza dei Red Devils, emerse alla luce delle dichiarazioni di Sir Ferguson, che di signorile hanno avuto ben poco. Il trainer scozzese, infatti, ha già parlato del Barcellona come prossima avversaria, dimenticandosi di dover ancora conquistare il pass per le semifinali. Due ricorsi st0rici, inoltre, giocano a favore della nostra unica superstite di Champions: le imprese di Lione e Madrid. Alzi la mano chi pronosticò una vittoria degli uomini di Spalletti al  Santiago Bernabeu. Certo, questo Manchester è più forte di quel Real, ma val la pena provarci.