17/12/2017

Serie A, un punto che fa la differenza

aprile 6, 2008 di  
Inserito in Serie A

La Serie A si gioca in 38 giornate per un totale di 114 punti disponibili in caso di vittoria e da qui alla fine ne sono ancora disponibili (tranne che per Roma, Genoa, Milan e Cagliari) ben 21. Ma la 32° giornata si gioca tutta in un punto.

Un punto infatti separa adesso Roma e Inter. Una situazione incredibile se analizzata solo un paio di mesi fa. Fantacalcio se pensiamo che a questo punto della scorsa stagione la Roma aveva gli stessi punti di oggi mentre l’Inter ben 12 in più. Il crollo della squadra di Mancini, fisico e mentale, è quindi palese. La banda nerazzurra è certamente forte e ha tutte le carte in regola per vincere questo scudetto, ma sta faticando molto di più e questo la rende più “umana”. L’Inter dunque deve vincere a Bergamo per ritornare a +4 ma soprattutto per non rischiare di ritrovarsi domenica prossima con la Fiorentina e con l’acqua (o meglio la Roma) alla gola.

Un punto divide anche la Fiorentina dal Milan per un posto in Champions League. Il Milan di ieri sera (Kalac a parte) è sembrato rigenerato. La possibilità di preparare per tutta la settimana la gara e il recupero di giocatori fondamentali (Kakà e Inzaghi in primis) hanno fatto la differenza col Cagliari. Adesso la palla passa alla Fiorentina, impegnata con la Reggina.

Un punto separa Udinese e Sampodoria che ai sogni di Champions devono unire la concretezza di una qualificazione Uefa che sarebbe importante e molto prestigiosa per entrambe.
Un punto rappresenta l’obiettivo minimo per Parma, Catania e Livorno che (impegnate rispettivamente con Lazio, Napoli e Sampdoria) sono appaiate a 29 con il Cagliari e potrebbero staccare il gruppo allontanandosi dalla “zona rossa”.

Infine un punto separa le ultime due della classe: la Reggina avrà vita dura con i Viola e così l’Empoli potrebbe fare un colpaccio col Torino. Tutto il campionato in un punto! Buona domenica!