17/12/2017

Ma il Tropical Coriano non molla.

aprile 3, 2008 di  
Inserito in Calcio in Romagna, Calcio Regionale

Promozione girone D- CORIANO– Il Tropical non molla. I biancorossoazzurri, piegando il temibile Marignano, accorciano le distanze dal Forlì bloccato a San Mauro Mare. Il divario tra le due squadre è ora di sole due lunghezze, come prima del turno prepasquale. Mister Fabbri è visibilmente soddisfatto: “Abbiamo disputato una buonissima partita, devo far un applauso ai miei ragazzi“. Successo prezioso anche perchè arpionato con un pizzico di sofferenza finale: “Il nostro primo tempo è stato eccezionale- l’analisi del tecnico- dopo l’1-2 c’è stato il ritorno del Marignano, un’ottima squadra, ma siam stati abili a portare a casa tre punti fondamentali“. L’hombre del partido è stato Marone, autore di una doppietta di pregevole fattura. Il tecnico, però, non ama parlare dei singoli: “Davide è stato bravo, ma il merito dei gol va a tutta la squadra. Tutti gli attaccanti han disputato sinora una grande stagione“. Lo scontro a distanza con il Forlì continua, ma l’allenatore dei biancorossoazzurri guarda soltanto in casa propria: “Non guardo a quello che succede sugli altri campi, noi pensiamo ad affrontare una partita alla volta. E’ la nostra filosofia da inizio stagione e continuiamo su questa strada“. Il prossimo ostacolo nella lotta promozione è la Sammaurese, avversaria temutissima dal tecnico: “La formazione di Sarpieri è una delle poche che ci ha messo in grande difficoltà sul nostro campo. Giocano un bel calcio e non meritano assolutamente la posizione di classifica attuale. Nel match d’andata mi ha fatto una grandissima impressione, dovremo stare molto concentrati“. La Sammaurese, inoltre, dispone di due giocatori che l’allenatore conosce bene: “Alessandri e Tintoni vanno sorvegliati a vista” sono le parole d’avvertimento. Oltre al duello per la prima piazza con i galletti, i corianesi vogliono blindare il secondo posto che varrebbe gli spareggi. Fabbri non si fida dei 7 punti di vantaggio sulla Santagatese: “Mancano ancora 5 partite, tutte durissime. E’ presto per far calcoli“. Il tecnico ha le idee chiare anche sul fattore che deciderà la lotta per l’Eccellenza: “Lo scontro diretto è importante, ma i punti decisivi possono esser persi contro le altre squadre“. La chiusura è dedicata alla polemica arbitrale che ha riguardato il Tropical nelle ultime settimane. L’allenatore smentisce ogni polemica con decisione: “La mia è stata solo una precisazione, nulla più. Ritengo ottimo il livello degli arbitri di quest’anno e non è nostro costume lamentarci– e aggiunge- l’unica cosa che mi dà fastidio sono le voci che attribuiscono il nostro campionato eccellente alla mera fortuna. Se siamo lì è soltanto per la bravura dei miei ragazzi“.