17/11/2017

Manchester-show, Chelsea e Arsenal resistono.

aprile 1, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Non cambia nulla in vetta alla Premier dopo la 32°giornata. Il vantaggio dei Red Devils rimane di 5 punti sui Blues e di 6 sui Gunners. Questo turno ha comunque offerto spunti interessanti. Uno su tutti è la marcia trionfale del Manchester che, almeno al momento, sembra imbattibile. Gli uomini di Ferguson hanno dato un’ennesima prova di forza e regalato spettacolo spazzando via il malcapitato Aston Villa. A dispetto dell’incombente quarto di Champions, sir Ferguson non rinuncia ai suoi gioielli. E viene ripagato. Ronaldo, Tevez e Rooney (doppietta) mettono infatti la firma sul 4-0 dell’Old Trafford. Semplicemente strepitosa, ancora una volta, la prestazione della stella di Madeira. Il lusitano apre le danze con uno splendido colpo di tacco spedito sotto le gambe di Laursen: il 26°centro in Premier è una giocata che mancava ancora alla sua galleria personale di perle. Cristiano, però, non si accontenta, e sforna tre assist per i compagni: uno per la testa di Tevez, un tacco e un lancio d’esterno, invece, per Rooney. Un vero e proprio show per il candidato numero uno al prossimo Pallone d’oro.

Tengono il passo, seppure a fatica, Chelsea e Arsenal. I Gunners, rimasti in 10 per l’espulsione di Diaby al 31′, compiono una rimonta miracolosa. Sotto 2-0 con il Bolton, l’ingresso di Gallas rivitalizza l’Arsenal e dà il la alla rimonta (62′) che viene completata da Van Persie e da un autogol di Samuel all’ultimo minuto. Il Chelsea, invece, capitalizza al massimo il primo gol stagionale di Ricardo Carvalho al 6′. I Blues indietreggiano subito il baricentro, e il Middlesbrough inizia a crederci. Ma non è assistito dalla dea bendata: negli ultimi 10 minuti il brasiliano Alves centra due volte la traversa. Il -5 è momentaneamente salvo.

Derby e quarto posto al Liverpool. I Reds stendono l’Everton con la rete del solito Torres e amministrano sino al termine, cogliendo anche un palo con Gerrard. Il 21°centro in Premier (28°stagionale) del Nino vale il +5 sui cugini: una vera e propria ipoteca sull’iscrizione alla prossima Champions. La Premier, intanto, ha dato il suo primo verdetto definitivo: retrocede il Derby County dopo una sola stagione. Non era mai successo che una squadra retrocedesse già a marzo con il magrissimo bottino di 11 punti.