18/12/2017

Spagna-Italia 1-0: le pagelle degli azzurri.

marzo 27, 2008 di  
Inserito in Euro 2008

Buffon 7.5 : il solito Gigi che fa apparire facili le cose più difficili. Compiuti tre interventi decisivi su Torres, Fabregas e Villa non può nulla sul golazo dell’attaccante del Valencia.

Panucci 6+ : tiene bene dietro e si ripropone in avanti con qualche buon cross. Si rende pericoloso di testa su corner, la specialità della casa, ma non ripete il gran gol di Glasgow.

Materazzi 6 : il destino gli ripresenta la sfida con Torres. Stavolta con le buone e con le cattive riesce tutto sommato ad arginarlo.

Cannavaro 7 : lo svarione di domenica col Valencia è solo un brutto ricordo. Davanti ai suoi tifosi (ad Elche vanno di moda le merengues) sfodera una prestazione delle sue. In azzurro non tradisce mai. Baluardo.

Grosso 7.5 : è lui la notizia più bella per Donadoni. Il terzino del Lione imperversa sulla sinistra e serve i palloni più invitanti del match, tra cui quella per Camoranesi che finisce sulla traversa. Sembra tornato in versione Mondiale.

Pirlo 6.5 : è il solito distributore di gioco, abile ad innescare gli esterni. Indispensabile.

De Rossi 6+: lotta e corre per tutti i 90 minuti, spesso con costrutto. Peccato che in un paio d’occasioni tenti il colpo ad effetto invece di effetture la giocata più semplice e logica. Buona l’intesa con Pirlo.

Camoranesi 7: lo juventino è il più pericoloso degli azzurri. Dopo un primo tempo in sordina, si scatena nella ripresa: prima centra la traversa, poi inventa un’incursione personale, ma Casillas lo blocca. Mezzo voto in meno soltanto perchè non ha concluso in rete l’azione. Grimaldello.

Perrotta 5.5: si muove bene, ma è meno incisivo e grintoso del solito. Rimandato.

Di Natale 6.5: l’esterno dell’Udinese soffre un pò in fase difensiva le folate di Sergio Ramos, ma le sue ripartenze sono ficcanti e insidiose per le Furie Rosse. Zanzara.

Toni 6: se il suo gol non fosse stato annullato, la partita e la sua pagella sarebbero state diverse. Ottimo come sempre, comunque, il lavoro di sponda: la Nazionale non può prescindere dal bomber del Bayern.

Barzagli 5.5: sostituisce Materazzi nel secondo tempo e parte col piglio giusto. Con l’andare dei minuti, però, soffre la velocità di Villa e commette qualche errore. L’opaca stagione dei rosanero ha influito anche su di lui.

Gattuso 5.5: il gladiatore rossonero suda e lotta ma rischia tantissimo con un fallo da rigore non rilevato dall’arbitro. Graziato.

Aquilani 6+: il suo ingresso in campo dà dinamismo al centrocampo azzurro. Prevale nel confronto a distanza con Perrotta.

Borriello 6: buona prova del capocannoniere del campionato che non fa rimpiangere Toni nella ripresa. Ottimo il suo lavoro di sponda, il posto agli Europei sembra ormai assicurato.

Iaquinta s.v., Zambrotta s.v.

Donadoni 6.5: l’Italia vista in campo è solida, concentrata, a tratti pericolosa. Azzeccatissima la mossa di rilanciare Grosso, esce sconfitto da Elche per un eurogol e non per colpe sue. Nonostante le numerose polemiche, dimostra di aver la situazione saldamente in pugno.