18/11/2017

Arizmendi beffa il Real, Krkic fa sognare il Barça.

marzo 23, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Una sconfitta che sa di beffa. Pasqua amara per gli uomini di Schuster che subiscono la rimonta del Valencia e vedono il loro vantaggio in classifica sul Barcellona diminuire a 4 punti. Le merengues non sono più stordite come a La Coruna, l’atteggiamento è ben altro. Non basta, però, ad evitare il vantaggio del Valencia che matura al 33′ con Villa, dopo che lo stesso aveva appena colpito un palo. La reazione dei madridisti è immediata ed efficace: Raul coglie il pari sfruttando un errore dell’ex compagno Ivan Helguera. Nella ripresa sono ancora le merengues a partire a spron battuto e ad andare a segno. Capitan Raul, ben servito da Guti, firma doppietta e sorpasso. Il Real potrebbe arrontondare, e se lo meriterebbe pure, ma Cannavaro commette un’ingenuità stendendo Silva in area: Villa è freddo e trasforma. I padroni di casa si rovesciano in avanti alla ricerca del gol vittoria. Hildebrand para di tutto, Helguera salva sulla linea un tentativo di Sneijder e Higuain “sbatte” sul palo: ce n’è abbastanza per rodersi il fegato. Ma la vera beffa è dietro l’angolo. Con la squadra tutta all’attacco, gli uomini di Koeman partono in contropiede, Arizmendi salta con irrisoria facilità Cannavaro e gela Casillas e il Bernabeu. La quarta sconfitta delle ultime sei gare è decisamente la più immeritata, ma riapre totalmente la Liga.

Nel pomeriggio, infatti, il Barcellona si è sbarazzato del Valladolid con un netto 4-1. Il giovane serbo Bojan Krkic ha messo in ginocchio la difesa avversaria con due reti e due assist per Iniesta ed Eto’o. Dopo una settimana di polemiche per il caso Ronaldinho, Rijkaard può sorridere e godersi questi 3 punti rosicchiati agli eterni rivali. Nelle altre partite, bel successo del Villareal sul Levante (2-1) che mantiene i gialli a -2 dal secondo posto, e vittoria fondamentale dell’Atletico Madrid nello scontro diretto per la quarta piazza valida per la Champions: a Siviglia è decisivo Aguero, al 12° centro nella Liga. Sale al quinto posto il Racing Santander vittorioso con il Recreativo Huelva, approfittando delle sconfitte di Siviglia e Espanyol, quest’ultimo sepolto a sorpresa a Murcia sotto una valanga di 4 gol dalla penultima in classifica.