21/08/2017

Italia, punta sui giovani

marzo 20, 2008 di  
Inserito in Calcio giovanile

Italia paese dove si punta poco sui giovani? Probabilmente è vero. Per bisogno impellente di vincere tutto e subito, per paura, per scarso coraggio. Non siamo qui a fare processi a nessuno ma solo per mettere in evidenza come si sta mettendo in mostra una generazione di ragazzi italiani molto promettenti e talentuosi. Senza neanche considerare giocatori ancora giovani ma ormai di valore assoluto come De Rossi (’83) e Aquilani (’84), titolari inamovibili nella Roma, e Montolivo (’85) leader del centrocampo viola, sono altri i nomi che mi sento d’indicare.

La Juventus in una ipotetica classifica dedicata ai giovani talenti si piazzerebbe sicuramente prima. Un quintetto di giovani giocatori juventini è di rilievo assoluto: Giovinco (’87), Marchisio (’86), De Ceglie (’86), Nocerino (’85) e Palladino (’84). Nonostante la classe e la personalità dimostrate da questi ultimi due, già nelle gerarchie della prima squadra, sono soprattutto Giovinco e Marchisio ad aver impressionato maggiormente per talento e duttilità e a meritarsi un posto nel roster “europeo” della Juventus 2008/2009. De Ceglie potrebbe rappresentare invece una validissima alternativa a sinistra, date le sue ottime doti fisiche e dinamiche. Altri nomi di alto livello sono quelli di De Silvestri (’88), terzino della Lazio tutto corsa e grinta, e di Cigarini (’86), regista del Parma dal piede delicato e dalla ottima visione di gioco.

Due giocatori di grande talento e dal futuro assicurato invece stanno già conquistando Serie A e Liga spagnola: Borriello (non più giovanissimo però, essendo dell’ ’82) e il fenomeno del Villareal Rossi (’87). A seguire un terzetto di giovanissimi dall’innato senso del gol: Acquafresca (’87), bomber del Cagliari alla caccia di una disperata salvezza, Paloschi e Balotelli (entrambi ’90) che potremmo immaginare come ipotetica coppia-gol azzurra dei Mondiali 2014 in Brasile.

Segnalazione d’obbligo per tre giocatori che si stanno mettendo in mostra in Serie B e per i quali non è difficile ipotizzare un salto nel massimo campionato già quest’estate: Viviano (’85), portiere del Brescia, Cerci (’87), esterno offensivo del Pisa e Lodi (’84), fantasista del Frosinone. Ultimo nome che mi permetto di segnalare con particolare convinzione è quello di Santacroce (’86). Il difensore, arrivato a gennaio al Napoli dal Brescia, nel giro di qualche partita ha impressionato. Contro l’Inter e la Juve, non certo due squadrette, ha disputato due partite pazzesche. In poco tempo è diventato titolare fisso per Reja. Tempismo, senso della posizione, anticipo, colpo di testa, velocità e personalità le sue caratteristiche migliori. Un leader sicuro per la difesa azzurra del futuro.

Caro lettore, adesso tocca a te. Segnalaci nei commenti giovani promesse o talenti in erba, anche dei campionati minori, che secondo te avranno grande futuro. Inserisci nome, età e qualche caratteristica o episodio che ti ha colpito. Grazie!!

  • marco scrive:

    Non malaccio nemmeno Marco Rossi del Parma a parer mio..concordo su Consigli,spero di vederlo al più presto in serie A per capire se il suo talento rimane immutato anche nella massima serie…ottimo Russotto,straordinario talento Giovinco(peccato solo manchi di fisicità)..su Padoin mi riservo,visto ancora troppo poco all’opera in serie A,sicuramente mi aveva fatto un’ottima impressione lo scorso anno nella serie cadetta..

  • Michael Vittori scrive:

    Ah, dimenticavo Consigli, pilastro del Rimini in serie B e degno erede di Viviano nell’under 21: il giovane portiere può fare strada.

  • Michael Vittori scrive:

    Segnalerei anche Lanzafame, fresco di convocazione nell’Under, il centrocampista classe ’86 di scuola Milan Abate, che sta disputando una bella stagione ad Empoli, e il jolly dell’Atalanta Simone Padoin.

  • Fala scrive:

    Come volevasi dimostrare… Lanzafame convocato nell’Under

  • Alessandro Nasi scrive:

    Molto bene, grazie Fala! Su Chiellini e Russotto sono pienamente d’accordo!!!

  • Fala scrive:

    Volevo dire che non hanno mantenuto del tutto…. scusate l’errore

  • Fala scrive:

    Aggiungerei Chiellini classe 84 e ormai affermato difensore sia di fascia che centrale e il nostro conterraneoNicola Pozzi classe 85 che ad empoli stava facendo sfracelli fino all’infortunio… In serie B Di Gennaro del Bologna, Lanzafame del Bari e Russotto del Treviso sono giovani da tener d’occhio e di sicuro avvenire…..
    Per finire vorrei citre un nostro conterraneo Gionatha Mingozzi di Ravenna che dopo essere cresciuto nelle giovanili della sua città ed esordire in prima squadra è passato al Perugia per poi essere comprato dalla Samp e finire nel dimenticatoio ceduto in prestito….. Forza Jonatha fai vedere di che pasta sei fatto… spero solo non faccia la fine di Graffiedi e Comandini grandi promesse romagnole che hanno mantenuto del tutto le grandi aspettative

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->