22/10/2017

Barça sprecone,ko indolore del Real. Brutto episodio a Siviglia.

marzo 17, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Sembra quasi che il Barcellona voglia regalare al Real la Liga, come accadde nella scorsa stagione. I blaugrana, infatti, non approfittano dell’ennesimo scivolone dei rivali, il terzo delle ultime 5 uscite, impattando con l’Almeria. Gli uomini di Rijkaard sono riusciti nell’infelice impresa di farsi rimontare due volte, gettando così al vento il possibile -5. Le assenze hanno sicuramente avuto il loro peso (out Zambrotta, Ronaldinho, Messi, Tourè, Deco, Giovani, Marquez), costringendo il tecnico olandese a schierare elementi poco rodati, quali Edmilson, Bojan e Gudjohnsen. La manovra ne risente, e i catalani perdono palla con irrisoria facilità, scatenando i contropiedi andalusi. Nonostante ciò, è il Barça a mettere la testa avanti: tiro di Iniesta e tap in vincente di Bojan sull’indecisione del portiere Diego Alves. L’Almeria, però, non si scoraggia e pareggia i conti sugli sviluppi di un corner, ringraziando la dormita di Thuram. Nella ripresa l’ingresso in campo di Henry vivacizza i catalani: il francese, infatti, confeziona il 2-1 per Eto’o e sfiora il colpo del ko. Al 72′ arriva l’espulsione di Milito, a cui i blaugrana rispondono innalzando le barricate. Tattica punita ancora da un calcio d’angolo: Uche trova la testata vincente, per il Barça è notte fonda. Il secondo peggior attacco della Liga castiga due volte Valdes e fa un regalo inestimabile alle merengues. I madridisti, infatti, tirano un sospiro di sollievo dopo la figuraccia di La Coruna. La capolista non costruisce nemmeno una palla gol e viene punita da un autogol di Pepe. L’infortunio del centrale brasiliano è l’unico episodio degno di nota in una partita bruttissima. Il tabù Riazor non viene quindi infranto: le merengues non vincono in casa del Depor dal lontano 1991. Il vantaggio della Schuster band, nonostante l’involuzione del 2008, rimane di 7 lunghezze. Va segnalato un dato statistico interessante: nel girone di ritorno le prime due della classe hanno racimolato meno punti (15) di Siviglia (19), Villareal, Getafe(18), Deportivo(17)e gli stessi del piccolo Almeria. Un dato su cui riflettere.

Bene, invece, il Villareal. Giuseppe Rossi torna al gol e il Sottomarino Giallo mette nel mirino il Barça, ora soltanto a + 2. Nella lotta per il quarto posto, botta e risposta tra Siviglia e Atletico Madrid: gli andalusi sbancano Valencia con la doppietta del pichichi Luis Fabiano (22°centri per il brasiliano), mentre i colchoneros affondano il fanalino di coda Levante grazie a Forlan e Simao.

Bruttissimo episodio a Siviglia. Durante il match tra Betis e Athletic Bilbao, un idiota (non si può definirlo diversamente) ha colpito con una bottiglietta il portiere ospite Armando, uscito sanguinante in barella. Correva il 72° minuto, l’arbitro ha dovuto sospendere la gara sul risultato di 2-1 per i baschi. Un episodio simile, purtroppo, era accaduto l’anno scorso nel derby con il Siviglia, quando la vittima fu l’allora tecnico andaluso Juande Ramos.