18/12/2017

Mancini,clamoroso dietro-front.

marzo 13, 2008 di  
Inserito in Inter, Serie A

Mi dispiace per lo sfogo dettato dall’amarezza e delusione suscitatemi dall’eliminazione dalla Champions. Competizione a cui tenevamo tanto. Ho chiarito tutto con Moratti e con la squadra, VOGLIO RESTARE, vincere scudetto e coppa Italia, e ritentare l’assalto alla Champions già dalla prossima stagione”. Sono queste le parole con cui Roberto Mancini ha fatto un clamoroso e repentino dietro-front. Il tecnico nerazzurro, dopo le dichiarazioni choc del dopo-Liverpool (“A fine stagione me ne vado”, vedi “Inter: l’Europa rimane un tabù” e “Inter fuori dalla Champions, Mancini lascia?“), torna quindi sui suoi passi. Quali sono le ragioni di questa decisione? Mancini ha incontrato nella giornata di ieri il presidente Massimo Moratti per discutere del suo futuro. Il patron, infuriato per la sparata di martedì sera, ha fatto cambiare idea a Mancini, fornendo (apparentemente?)quelle garanzie tanto richieste da quest’ultimo. All’ex allenatore di Fiorentina e Lazio, infatti, non sono gradite molte situazioni, a partire dal rapporto con alcuni giocatori (Vieira e Figo, quest’ultimo protagonista di un battibecco con il tecnico durante la sfida di Champions riguardo il suo eventuale ingresso in campo) per finire con quello tanto discusso con lo staff medico nerazzurro (Moratti, nonostante le lamentele di Mancini, ha sempre difeso il dottor Combi). Dalla prossima stagione, secondo le indiscrezioni, l’ex campione della Samp avrebbe ancora più potere e carta bianca in merito alle decisioni, in particolare di mercato. L’accordo sottoscritto da allenatore e presidente, però, sembra una tregua a tempo determinato. Moratti avrebbe trattenuto il tecnico soltanto per evitare un terremoto devastante nello spogliatoio e in virtù del contratto dorato che lega l’ex doriano al club di Via Durini (20 milioni fino al 2012). Questa tregua potrebbe quindi durare solo fino a giugno. Il patron, infatti, avrebbe già contattato Josè Mourinho (vedi “Mourinho per il Mancini after?“), che gradirebbe molto accomodarsi sulla panchina nerazzurra. “The Special One”, come era chiamato ai tempi del Chelsea, ha richieste da Real e Barça, ma l’Inter sembra in pole position. I due club iberici, infatti, hanno chiesto tempo all’ex allenatore del Porto, mentre Moratti avrebbe già preparato l’accordo per la prossima stagione. Il patron del Real, invece, pur non gradendo il tecnico attuale(anche a causa del fallimento europeo), ovvero Schuster, deve attendere la fine della stagione perchè le merengues stanno dominando la Liga. Esonerare un altro tecnico vincente, come accadde l’anno scorso con Capello, potrebbe rivelarsi rischioso e controproducente. Il rapporto tra Laporta e Rijkaard, invece, è deteriorato da tempo. Il Barça, però, è ancora in corsa per la Champions, ergo, il presidente blaugrana resta in attesa. Ecco perchè il futuro del tecnico lusitano sembra avere tinte nerazzurre.