17/11/2017

Inter: l’Europa rimane un tabù

marzo 12, 2008 di  
Inserito in Inter

L’Inter non passa, fuori dalla corsa Champions League anche quest’anno. La squadra di Mancini sbanca in campionato, macina record di vittorie, ma quando mette un piede fuori dal bel Paese si perde. Analizzare i motivi è un’impresa ardua, e non si può prescindere dalla condizione fisica in calo ormai da tempo e dalle assenze, anche se è evidente un fattore: ciò che più penalizza i nerazzurri sembra essere la mancanza di mentalità europea, che in un primo momento può sembrare una scusante pregna di retorica, ma che invece ha un significato fondamentale. Nelle sfide che contano, i campioni nerazzurri sembrano tirarsi indietro, eccezion fatta per Zanetti, capitano vero e mai domo, anche nella serata di ieri. Da Ibrahimovic ci si aspettava molto di più, ci si aspettava la giocata decisiva, che un talento come lui può e deve inventare in queste occasioni. La buona volontà c’è stata e si è vista anche nelle diverse occasioni che l’Inter ha avuto, le migliori con Cruz. Ma non è bastata, così come non è bastata la presenza di uomini d’esperienza come Vieira, allo stremo, e Stankovic, che fatica da morire a ritrovare la condizione migliore. Dopo Villareal e Valencia, il treno nerazzurro deraglia anche contro il Liverpool, e perde pure il suo “conducente”: Mancini ha detto di voler lasciare a fine stagione, ma nel calcio si sa, le parole stanno a zero e tutto può ancora succedere.

Lascia un commento

Dì la tua su questo articolo

You must be Autenticato come to post a comment.

-->