22/10/2017

Al via la rifondazione milanista.

marzo 7, 2008 di  
Inserito in Serie A

La prematura eliminazione dalla Champions assommata all’età avanzata di molti giocatori impongono un deciso rinnovamento nella rosa del Milan (vedi anche “Milan, scatta l’ora del rinnovamento”). Diversi i contratti in scadenza: Maldini, Favalli, Serginho, Cafu e Ronaldo. Se il capitano ha più volte ribadito il suo addio al calcio a fine stagione, nonostante il pressing di compagni e società, gli altri rischiano di esser al capolinea della loro avventura rossonera. Ronaldo è infortunato e quanto mai logoro, mentre gli altri sono sfavoriti dalla carta d’identità. Urgono, quindi, rinforzi in difesa. Il primo nome è quello di Gianluca Zambrotta: con il terzino della Nazionale c’è già l’accordo, è necessario trovare l’intesa con il Barcellona detentore del cartellino. L’altro obiettivo è Barzagli, che dovrebbe puntellare la difesa centrale supportando gli intoccabili Nesta e Kaladze. Capitolo portiere. Kalac ha superato nelle gerarchie Dida, il cui contratto onerosissimo scade nel 2010. Nonostante ciò, la conferma del numero uno brasiliano è tutt’altro che scontata. L’australiano, comunque, non può essere l’unica garanzia tra i pali. Tra i nomi più gettonati ci sono Frey della Fiorentina, Amelia del Livorno, Gomes del PSV e Boruc del Celtic. In attacco ogni discorso è legato alla qualificazione in Champions. Se i rossoneri raggiungeranno il quarto posto, potrebbe arrivare Drogba. L’ivoriano ha le caratteristiche giuste per le esigenze del club di Via Turati, ovvero potenza e forza nel gioco aereo. Le alternative sono Eto’o del Barça e Adebayor dell’Arsenal: queste piste, però, appaiono più complicate. In caso di fallimento milanista in campionato, si profilano due possibili ritorni: quello di Borriello, detenuto in comproprietà col Genoa, e quello clamoroso di Shevchenko. Il genoano è capocannoniere e ha solo 26 anni, oltre a percepire un ingaggio poco oneroso, mentre Sheva è confinato nella squadra riserve del Chelsea: il suo ritorno sarebbe sicuramente più suggestivo. Nel mercato estivo scopriremo la verità.