21/09/2017

5 giornate di squalifica a Cassano.

marzo 5, 2008 di  
Inserito in Serie A

Tutto sommato gli è andata bene. 5 turni di stop con annessa ammenda è la pena minima che il giudice federale Tosel potesse comminare ad Antonio Cassano dopo la sceneggiata di domenica scorsa(vedi “Milano piange, Roma e Firenze ridono:campionato riaperto.“) . Cassano, infatti, aveva lanciato la sua maglia al direttore di gara Pierpaoli, a seguito dell’espulsione per proteste. Uscito dal terreno di gioco, il talento barese aveva persino minacciato Pierpaoli con frasi del tipo “ti aspetto qui”. La società doriana non ha presentato ricorso, adottando una linea diplomatica con la federazione e ripromettendosi di far maturare l’irrequieto numero 99. Il fantasista blucerchiato potrà tornare in campo il 6 aprile per Sampdoria-Livorno. Lo show di Marassi è solo l’ultima di una lunga serie di “cassanate”. Indimenticabili le corna rivolte a Rosetti in un Milan-Roma del 2003, il calcio alla bandierina del corner nel famoso Roma-Juve 4-0, oppure la più recente sceneggiata per il giallo con il Torino che gli fece saltare per squalifica il sentitissimo match con la Roma, sua ex squadra. La speranza di tutti gli appassionati di calcio è che quella di domenica sia l’ultima “cassanata”.