22/09/2017

Colpacci di Brescia e Bari.Succi frena la capolista

febbraio 11, 2008 di  
Inserito in Bari, Brescia, Serie B

Succi al 93′ acciuffa il Bologna e ogni proposito rossoblu di fuga svanisce. Il Ravenna riesce nell’impresa di bloccare la capolista, pur giocando tutta la partita in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Iuliano. I felsinei non esprimono il solito buon gioco e passano in vantaggio solo grazie ad un calcio di rigore trasformato da Adailton. Quando i tre punti sembrano ormai in cascina, arriva la beffa all’ultimo respiro. Viene così premiato il coraggio e volontà di un Ravenna ampiamente rimaneggiato, ma mai domo.

Ne approfittano le inseguitrici. Chievo e Lecce vincono i rispettivi incontri casalinghi con l’identico risultato di 1-0. Massimo risultato con il minimo sforzo. I clivensi piegano la resistenza del Treviso con un bolide dalla lunga distanza di Italiano, mentre i salentini sudano le cosiddette “sette camicie” prima di prevalere su una buona Triestina. Il colpo del k.o., infatti, giunge nei minuti di recupero della ripresa, e porta la firma di Elvis Abbruscato. Più larghi e convincenti i successi di Pisa e Brescia. All’Arena Garibaldi i neroazzurri di Ventura ringraziano un super Cerci, autore di una doppietta. I toscani impiegano un tempo per prendere le misure ad uno sfortunato Cesena(due infortuni nella prima mezz’ora)e dilagano solo nel finale, quandi Cerci raddoppia e bomber Castillo(17°sigillo stagionale)serve il tris. Girandola di emozioni, invece, al Garilli di Piacenza. La formazione di Cosmi passa per prima con un bel sinistro del neoacquisto De Zerbi, salvo subire la rimonta rabbiosa degli emiliani. I biancorossi, in soli dieci minuti, ribaltano il risultato con Anaclerio e Dedic, dopo aver sbagliato un calcio di rigore. Ma le rondinelle non ci stanno e nella ripresa è tutt’un altra musica. Possanzini ristabilisce la parità prima che l’airone Caracciolo giustifichi ancora una volta i 7 milioni di euro spesi per il suo ingaggio insaccando il 3-2. Tacchinardi all’88’ fissa il 4-2 finale. Il Brescia, ora, è a -6 dalla vetta con una gara da recuperare.

Bel pareggio dell’Albinoleffe a Grosseto. I lombardi, dopo il vantaggio siglato dal solito Cellini, al 15°centro stagionale, rischiano di affondare a causa dell’espulsione di Carobbio e del pareggio di Graffiedi. Nonostante tutto, la formazione di Gustinetti rimette la testa avanti nel finale di primo tempo con Cristiano. Il Grosseto reagisce nella ripresa e pareggia con Pilchmann, prima che salga in cattedra l’estremo orobico Coser:è lui, infatti, a conservare il pareggio bloccando un rigore calciato da Graffiedi.

Nella lotta salvezza, bel blitz esterno del Bari a Vicenza. Protagonista assolouto Lanzafame, che mette a segno la doppietta decisiva. Il 3-2 finale permette ai pugliesi di allontanarsi dalla zona play-out e retrocessione, dove rimane impantanata la Gregucci band. Buoni segnali per i berici da Zampagna, autore del momentaneo 2-2. Bei successi di Rimini e Messina, che stendono a domicilio Ascoli e Mantova(3-o, 1-0). Quest’ultima non trova la continuità tanto agognata e il suo andamento altalenante la sta allontanando dalla zona play-off. Chiude il quadro della giornata lo scoppiettante pareggio tra Spezia e Modena(2-2)e il blitz esterno del Frosinone ad Avellino(12°rete del solito Lodi al 95′).