23/11/2017

Rosetti e l’Udinese frenano l’Inter, ne approfittano Roma e Juventus

gennaio 28, 2008 di  
Inserito in Serie A

Sorride la Roma. Gli uomini di Spalletti, grazie al successo interno contro il Palermo, rosicchiano due punti alla capolista ed ora veleggiano a -5. Ai giallorossi, autori di una buona prova, basta la capocciata vincente del ritrovato Mancini al 14′ della ripresa. L’esterno brasiliano è al terzo centro in questo inizio di 2008 e sembra, quindi, aver superato le difficoltà di inizio stagione. Il motivo di questo riscatto potrebbe essere l’avvio delle trattative per il rinnovo del contratto con la società capitolina, argomento spinoso che aveva condizionato finora Mancini. Spalletti, ridotto il distacco dall’Inter, crede più che mai nella rimonta:tra un mese lo scontro diretto di San Siro potrebbe rivelarsi decisivo.

Torna al successo la Juventus, autore di una gara brillante all’Armando Picchi di Livorno. Gli uomini di Ranieri, reduci da due pareggi consecutivi in campionato, ritrovano il feeling con la vittoria grazie alla sua coppia d’attacco. è doppietta, infatti, per il capocannoniere della massima serie David Trezeguet(15 reti per lui), appoggiato da un ispiratissimo Del Piero:gol e assist(gran gesto tecnico) per il capitano bianconero. Da sottolineare anche la grande partita giocata da Cristiano Zanetti, fulcro del gioco della squadra di Ranieri. La Juve, quindi, si riavvicina all’Inter(-10)e, non dovendo disputare le coppe europee, potrebbe dire la sua nel discorso scudetto. I prossimi mesi ci diranno la verità in merito.

Milan nel segno di Pato. Il terribile ragazzino brasiliano si carica sulle spalle tutto il peso dell’attacco rossonero e abbatte il Genoa con una doppietta. Il talento ex Internacional dimostra grande personalità andando a segno nella ripresa, dopo gli errori di Bergamo e del primo tempo. I 22 milioni di euro spesi dalla società di Via Turati sembrano, quindi, un ottimo investimento. L’unica nota negativa della giornata è il nervosismo di Gilardino. L’attaccante, entrato nei minuti di recupero per offrire la meritata standing ovation alla nuova stella brasiliana, si becca un’ammonizione dopo pochi secondi. La stagione del bomber ex Parma non è stata di certo brillante e l’arrivo di Pato lo ha messo ancora di più in ombra.

Prosegue la sua corsa anche la Fiorentina, vittoriosa nel derby toscano di Empoli. I padroni di casa protestano vivacemente per un solare calcio di rigore non concesso da Farina per atterramento in area di Pozzi. Una gara che sembrava destinata allo 0-0 cambia volto a 4 minuti dal fischio finale; Adrian Mutu ringrazia la sorte per il suo tredicesimo centro stagionale:è un rimpallo fortunoso, infatti, a regalare la quarta vittoria consecutiva ai viola. Pazzini chiude il conto nell’extratime. Gli uomini di Prandelli consolidano così la quarta piazza, allontanando l’Udinese, e sono pronti alla sfida con il Milan di domenica prossima.

Scintille e veleni in Torino-Lazio. Nel grigiore di una tipica gara da 0-0, tiene banco l’esordio di Rolando Bianchi, approdato alla Lazio dopo uno scontro di mercato con i granata denso di polemiche. Dura soltanto cinque minuti l’esordio dell’ex Manchester City. Tanto basta all’attaccante biancoazzurro per collezionare due cartellini gialli:i fischi impietosi dell’Olimpico di Torino lo hanno evidentemente innervosito. Il punto conquistato non serve, comunque, a risollevare le due squadre in crisi.

Clamoroso il ritorno alla vittoria dell’ultima in classifica. In un recupero vietato ai deboli di cuore, il Cagliari ribalta incredibilmente il risultato, passando dallo 0-1 al 2-1. Matri al 48′ e Conti al 50′ fanno esplodere di gioia il Sant’Elia e deprimono i partenopei allenati da Reja. Gli isolani, quindi, tornano a sperare nella salvezza, mentre si aggrava la crisi di gioco e risultati del Napoli. Il patron De Laurentiis, ad ogni modo, conferma la fiducia al suo tecnico.

Cassano-show. La sfida di Marassi con il Siena è decisa da una perla dell’attaccante barese, apparso sempre più in forma e in odore di convocazione azzurra. La Samp continua ad affidarsi alle sue giocate e conferma l’ottimo sesto posto in classifica.

Pareggio spettacolare tra Atalanta e Reggina(2-2), con i bergamaschi in doppio vantaggio che si fanno raggiungere dai calabresi:un punto d’oro per quest’ultimi. Recrimina il Catania nel pareggio ad occhiali con il Parma per una rete annullata a Spinesi.